8 Responses to “Il più grande bluff…”

  1. maria teresa ha detto:

    ….promesse…. in una riunione pre elezione ce ne fu un’altra anche quella non mantenuta:faremo di tutto per i nostri bambini, i bambini sono il nostro futuro e noi li tuteleremo. ci furono applausi scroscianti, anche io mi esaltai. è stato un bellissimo slogan perchè per i nostri bambini abbiamo dovuto fare una colletta e comprare addirittura i colori per la scuola dell’infanzia… per non parlare “di supaluna” che hanno avvolto i giochi nel cortile fino a 10 giorni fa..uno spettacolo tristissimo!!

  2. thothsas ha detto:

    “Non riesco a capire come si possa criticare questa amministrazione!” (Alessandro Porcelli)

  3. maria teresa ha detto:

    e io non riesco a capire perchè la gente se ne sta zitta…

  4. rosa pungitore ha detto:

    perche ignoranza e arroganza sono i padroni del nostro territorio povero il mio paese parlo di Drapia quando ero piccola i miei genitori me la descrivevano come una culla di cultura oggiiiiiiii……………………………………….main che mani siamo finiti non hoooooooooooooooooooo parole

  5. Pino Rombola' ha detto:

    Nella riunione, peraltro illegale, che il sindaco ha tenuto nel padiglione della scuola elementare di Caria il 12 aprile 2014 alle ore 19,00 circa, con una faccia tosta, a memoria senza precedenti, lo stesso ha beatamente affermato che il Psc vedrà la luce in questo ultimo mese.

    Per un attimo ho stentato a credere alle mie orecchie.

    Mi è sembrato di vedere un nuovo episodio del mitico Cetto Laqualunque, che in piena campagna elettorale, pur di estorcere qualche voto, si presenta con la fascia tricolore su un terreno privato e fa credere al povero contadino di turno che è sua intenzione far passare una strada su quel terreno, ma al contempo gli dice chiaramente che non la realizzerà se non verrà votato.

    Passi la faccia tosta, ma credere di poter offendere impunemente l’inteligenza delle persone mi pare ingiustificabile.
    Saluti
    Pino Rombola

  6. ciccio ha detto:

    cumpari e cummari non cambia mai niente povera terra nostra ??????

  7. Guido Di Bella ha detto:

    Mario, non ci dobbiamo stupire più di nulla! Vuoi scommettere che “l’amministrazione del re-a-liz-za-re” (la formula “amministrazione del fare” è ormai superata, sperando che non abbiano in futuro l’opportunità di definirsi “l’amministrazione del creare”) avrà l’impudenza di inserire tra i punti qualificanti del suo nuovo programma elettorale “la realizzazione in tempi brevi del PSC”?
    Tra i “coraggiosi” che hanno scritto del PSC figura certamente il mio amico Rodolfo Mamone, presidente dell’Associazione “Drapia in Europa”, del quale vorrei ricordare tre interventi (che consiglio vivamente di rileggere) pubblicati su questo blog:
    1) post del 17/03/2013 – titolo: Tutto fumo negli occhi … ;
    2) post del 24/06/2013 – titolo: Oltre i limiti della decenza;
    3) post del 21/10/2013 – titolo: Ecco come vengono affidati gli incarichi a Drapia!
    Nel primo viene descritta, con grande chiarezza, la condotta dolosamente omissiva dell’Amministrazione; gli altri due – dedicati ad argomenti diversi – contengono brevi note di aggiornamento, imposte dall’inutile fluire del tempo.
    Saluti.
    Guido Di Bella

  8. Luciano Di Bella ha detto:

    E’ proprio vero, non dobbiamo stupirci di nulla!
    Nella riunione tenuta a Gasponi, addirittura si è giustificato dicendo che in 5 anni non è possibile fare tutto. Saggiamente quindi il nostro Sindaco ha deciso con “l’età aurea” del suo mandato, di regalarci: regolamenti per la partecipazione popolare, garanzie sulla trasparenza, grandissima attenzione per la tutela del territorio e la salute dei cittadini (acqua), tutela del patrimonio storico-culturale (sempre nella riunione tenutasi a Gasponi si sono vantati di occupare, tra i comuni della provincia di Vibo valentia, il sesto posto in questa speciale classifica), SAGGEZZA nelle scelte relative alla realizzazione delle grandi opere pubbliche (rete fognaria), gli interventi per mantenere in condizioni dignitose il cimitero, ecc. ecc.
    Che ingrati! Dopo tutto il re-a-liz-za-to, non essere riusciti a completare un solo punto del programma, e per di più di non fondamentale importanza quale è il PSC, non credo sia la fine del mondo!
    Saluti. Luciano Di Bella.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.