One Response to “Crisi politica Tropea, la verità di Lucio Ruffa”

  1. fort 59 ha detto:

    Leggere delle dimissioni del sindaco Vallone,affossato da una scelta politica del proprio “nipote” non è stata certo una gradevole notizia.Mi auguro che presto si possa ricomporre il Consiglio Comunale per permettere ad un uomo ,che ha sacrificato la propria vita per il bene di Tropea,di chiudere nel migliore dei modi la propria carriera politica. Nulla sarebbe più ingiusto.
    Tu, caro Lucio, hai operato una scelta che ti ha portato, forse non senza un travaglio interiore,ad abbracciare il Movimento di Grillo, questo tuo gesto può essere stato interpretato,da parte del rappresentante provinciale, come un segno di attacco interno al PDL locale.A mio modestissimo avviso,occorrerebbe scindere la politica nazionale dalle questioni locali.Se un qualsiasi personaggio, a livello comunale,dà il meglio di sé,qualunque sia la sua tendenza politica,prima di giudicarlo negativamente,bisognerebbe vagliarne oggettivamente il suo operato,ma questo forse è chiedere troppo.Massimo D’Azzeglio tanto tempo fa affermò: “abbiamo fatto l’Italia ora dobbiamo fare gli Italiani”Nulla di più vero.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.