Latina non lascia scampo alla Tonno Callipo

Condividi il post:

08/03/12. L’Andreoli Latina si conferma un autentico tabù per la Tonno Callipo Vibo Valentia che nel turno infrasettimanale di campionato incassa una pesantissima sconfitta interna contro il team pontino. Più lucidi e attenti in difesa, gli uomini di Prandi hanno messo in difficoltà la ricezione avversaria con un servizio preciso e ficcante che ha complicato l’impostazione del gioco giallorosso. Latina scende in campo con Sottile in regia e Jarosz sulla diagonale, Cester e Gitto centrali, Diachkov e Rivera in posto 4 e De Pandis libero. Per Vibo ci sono Coscione con Klapwijk, Nikolov e Rak in posto 3, Cernic e Diaz martelli, Fanuli libero.

Subito equilibrio in avvio di match, è di Cernic il punto del 7 pari ma è Cester a mettere i suoi davanti al primo riposo tecnico. Cambio palla continuo fino alle due diagonali vincenti di Cernic che portano davanti Vibo (15-13) seguite dal block out trovato da Nikolov che vale il 16-14 sul quale si va al secondo riposo tecnico. È ancora parità quando Diaz trova l’attacco vincente e si porta al servizio realizzando due ace consecutivi. Poi Klapwijk per il 23-21 ma Jarosz riporta sotto i suoi e il muro su Klapwijk porta al nuovo pareggio 23-23. Al set point arriva prima latina ancora con Jarosz ed è Rivera a capitalizzare il vantaggio chiudendo il primo set.

In avvio di secondo set è Latina a scavare il primo break in battuta (4-8). Gitto tiene a distanza la Callipo (7-10) mentre Diaz porta al pareggio i suoi (10-10). La difesa di Latina non sbaglia ma Vibo prova a tenere il passo con Diaz e Rak a muro. È ancora Latina a portarsi davanti +1 al secondo riposo tecnico. Trova l’ace Troy e Latina tenta l’allungo (15-18) con Blengini che chiama time-out. Il muro vincente di Cernic riporta sotto Vibo e Diaz pareggia (19-19). Due attacchi vincenti di Klpawijk rimettono davanti Vibo 21-20, ma l’attacco out di Diaz frutta a Latina due set point, il primo annullato da Rak, il secondo a segno grazie al servizio a rete di Diaz.

Latina spinge sull’acceleratore anche in apertura di terzo parziale mettendo subito 4 punti davanti alla Callipo, Jarosz mette alla frusta la ricezione giallorossa e chiude il punto del 5-8 . Sul 9-13 Blengini ferma nuovamente il gioco, ma Rivera tiene a distanza Vibo 10-16. Klpawijk prova a rimettere in carreggiata Vibo 14-18, ma l’ace di Diachov vale il 15-20 per i pontini. È ancora con Klapwijk che Vibo prova la rimonta agguantando il 22-23 ma è ancora una volta Jarosz a conquistare il match point per i laziali con l’errore di Cernic che frutta a Latina 3 punti pesantissimi.

A margine della gara, profondamente antisportivo si è dimostrato il comportamento di un manipolo di sostenitori del Latina giunti da Lamezia Terme al seguito del Ds ospite Candido Grande e che hanno rumorosamente e poco rispettosamente fischiato la squadra giallorossa. Un comportamento che ha fatto non poco indignare la dirigenza giallorossa che tramite il presidente Pippo Callipo ha esternato tutta la propria amarezza: «Faccio i complimenti al Latina che ha ottenuto una vittoria strameritata sul campo al cospetto di una nostra prestazione che al contrario è stata molto deludente. Tuttavia non posso fare a meno di esprimere tutta la mia amarezza e indignazione per il trattamento riservatoci da un gruppuscolo di tifosi, o forse sarebbe meglio definirli “pietosi”, che hanno offerto uno spettacolo davvero deprimente schierandosi apertamente contro la nostra formazione nonostante l’appartenenza alla stessa regione. È un comportamento che ci offende e che offende tutta la Calabria e quanti vedono nello sport un momento di sana aggregazione. Anche questo fa parte purtroppo delle difficoltà di fare sport in Calabria, trovarsi contro i propri corregionali è davvero un pessimo biglietto da visita per tutti noi».

Il commento del libero giallorosso Fabio Fanuli a fine gara: “Ci siamo complicati molto la vita da soli, sia nel primo che nel secondo set, facendo alcuni errori nelle fasi decisive. Poi nel terzo set abbiamo provato a reagire ma non ce l’abbiamo fatta, più per demerito nostro. Contavamo di prendere punti da questa gara ma già da domani dobbiamo pensare solo alla prossima gara che per noi sarà molto importante”.

Soddisfatto Silvano Prandi, coach dell’Andreoli: “Questi tre punti ci aiutano ad avvicinarci al nostro obiettivo. E’ un momento di grande soddisfazione personale. Alcuni giocatori sono stati molto bravi in battuta specie nel finale del primo set. Poi l’ingresso di Fragkos ci ha molto aiutato e anche il fatto che la squadra abbia difeso molto bene ci ha aiutato a conquistare questo risultato.”

TONNO CALLIPO VIBO VALENTIA – ANDREOLI LATINA: 0-3 (23-25, 23-25, 22-25)

TONNO CALLIPO VIBO VALENTIA: Cernic 8, Nikolov 6, Klapwijk 20, Diaz 15, Rak 6, Coscione 1; Fanuli (L), Barone, Grassano, Falasca. n.e. Serafini, Banderò, Mignolo (L). All. Blengini

ANDREOLI LATINA:  Sottile 2, Rivera 10, Cester 11, Jarosz 15, Diachkov 12, Gitto 7; De Pandis (L), Fragkos, Troy 1, Galabinov. N.e: Guemart, Tailli (L). All. Prandi

ARBITRI: Braico, Balboni

NOTE: 944 spettatori, 3225 ­euro d’incasso

DURATA SET: 30‘, 30‘, 33‘. Tot. 1h33’

MVP: Cester

VIBO: Battute vincenti 4, battute sbagliate 10, muri 2, errori 18
ANDREOLI LATINA: bv 6, bs 6, m 7, e 13

 

Print Friendly, PDF & Email

Commenti

comments

Vibonesiamo.it BLOG – Mario Vallone Editore is Spam proof, with hiddy
UA-40017135-1