2 Responses to ““Drapia nel cuore””

  1. teresa&ale ha detto:

    Le premesse sono ottime!
    Creare un portale per ascoltare le esigenze della cittadinanza, tutta, è cosa buona e giusta e per niente ovvia dalle nostre parti.
    Tra l’altro non ho letto ancora nessuna richiesta di cementificazione…segno che per i cittadini le priorità sono altre?
    Un grande in bocca al lupo a tutti i candidati!

  2. Guido Di Bella ha detto:

    A mio giudizio, particolare importanza riveste il primo punto (dunque, priorità!)del programma, dove si assume l’impegno formale ad approvare il regolamento sulla partecipazione popolare entro un termine preciso e ravvicinato. In linea di principio, un simile impegno vale a marcare il discrimine tra chi si propone di amministrare “con” i cittadini e chi, viceversa, considera tali ultimi come un “fastidio” con cui venire a contatto ogni cinque anni, magari non disdegnando – nel periodo che separa un appuntamento elettorale dall’altro – di amministrare, in alcuni casi, “contro” i cittadini stessi.
    Lo spazio lasciato vuoto dalla “fonte” della legittimazione politica degli amministratori, per la mancanza di strumenti normativi adeguati ad assicurare il compiuto esercizio dei c.d. diritti di cittadinanza amministrativa, viene fatalmente occupato da “direttòrî”, “pagghjalore”, et similia.
    Saluti.
    Guido Di Bella

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.