4 Responses to “La Piazza della Vergogna”

  1. Rombolà Giuseppe ha detto:

    Ma come ho commentato per un opera maestosa di Ricadi , questo articolo mi da conferma di come viene amministrata la collettività pubblica in Italia su qualsiasi lavoro pubblico i ritardi sono quattro cinque volte di più del tempo dalla realizzazione dell’opera secondo progetto. Ma questo non vi dice niente a me si devono mangiare sindaci assessori ditte appalttatrici e chi ne ha più ne metta Amen e nto culu all’italiani chi votanu Berluscon U PDmenoelle , Grillu etc e chi si cridinu ca davveru l’Italia cambia a poveri crisomuli.

  2. Cosmo Vallone ha detto:

    In paese sembra che tutti sappiano chi abbia vinto la gara d’appalto per il secondo lotto, ma non è ancora uscita alcuna notizia di aggiudicazione provvisoria sugli albi del comune o della provincia. Come fanno a saperlo? La democrazia prima di essere sostanza è forma, qui siamo rimasti ancora alle solite pratiche dei “tu dicu io ca è cusì ca io u sacciu ca mu dissi chiu chi nciu dissi chiu chi sapi!”

  3. Valentino Rossi ha detto:

    Invece di mangiarvi i soldi, risolvete i problemi del paese e non parlate assai.

  4. Romana Vallone ha detto:

    Ciao Mario, senza andare fino alla piazza, per capire il degrado in cui versa il nostro paese, basta che ti affacci alla finestra della cucina di casa tua, c’è un tombino dove sboccano varie reti fognarie, praticamente aperto, da cui viene un olezzo nauseabondo, ho chiamato in Comune varie volte spiegando che non potevamo stare in quelle condizioni, come puoi vedere senza alcun esito.
    Io non capisco, perché non indicono una assemblea pubblica in cui questi amministratori e i loro tecnici spiegano alla popolazione come stanno realmente le cose. Siamo stufi di essere presi in giro!!

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.