4 Responses to “Drapia e frazioni, idee per lo sviluppo del territorio…”

  1. Rombolà Giuseppe ha detto:

    E’ una buona idea Mario per incrementare il turismo l’unica attività rimasta nella zona di tropea e capo vaticano. Ma per come vedo che vanno le cose oggi mi sembra che difficilmente si realizzerà, tu addirittura parlavi di navetta gratuita in modo tale che con lo sviluppo turistico le istituzioni potrebbero ricavare i costi della navetta da altre fonti etc, ma con la filosofia che hanno oggi i nostri amministratori di privatizzare tutto acqua, aria, suolo etc e che hanno in mente di far pagare anche i passi che si fanno quando si esce fuori di casa non si va da nessuna parte.

  2. pino rombolà ha detto:

    Sono assolutamente d’accordo con la proposta di istituire il servizio navetta, tra Drapia e la costa.
    Ed infatti, sono fermamente convinto che l’unica speranza per Drapia e la sua, sempre più esigua, gente è quella di “sfruttare” al meglio la posizione geografica che Padreterno gli ha donato.
    In sostanza penso che se davvero vogliamo che per Drapia il turismo diventi un reale volano di sviluppo, la predisposizione di un servizio navetta, che colleghi costantemente le nostre frazioni con la città di Tropea e la costa, è di vitale importanza.
    Nel periodo in cui sono stato amministratore comunale, raccogliendo le lamentele dei turisti e dei residenti, ho tentato con tutte le mie forze di intervenire presso la regione e la provincia per tentare se non di istituire un vero e proprio servizio navetta, quanto meno di far aumentare le corse degli autobus durante la bella stagione.
    Devo dire che purtroppo ho trovato negli amministratori degli enti sovracomunali dell’epoca un vero e proprio muro di gomma. In provincia, non lo nascondo, ho pure ricevuto risposte che per educazione e per evitare querele definisco sarcastiche.
    Appena è stato possibile con le forze comunali mi sono attivato per fare istituire, in via sperimentale, il servizio navetta per il mare.
    In occasione della redazione dei progetti PIAR sono stato io ad insistere affinché venisse inserita la possibilità di acquistare un minibus.
    Da quello che mi risulta oggi il comune è proprietario di un bus, pertanto è di certo nelle condizioni di poter istituire, con le proprie forze, un servizio navetta, che consenta di abbattere la pur breve distanza che separa Drapia dalla Città simbolo della Calabria e che finalmente, da un punto di vista turistico, permetta a Drapia di diventare un tutt’uno con Tropea.
    Mario, per finire consentimi di fare una battuta.
    Fossi in te eviterei di avventurarmi in pronostici sul destino politico degli amministratori comunali, il futuro potrebbe riservare amare sorprese.
    Ricordati che, fin dai tempi dei romani quando l’imperatore Caligola nominò senatore il proprio cavallo,in politica è tutto possibile.
    Un saluto
    Pino Rombolà

  3. sara Broso ha detto:

    mi trovi d’accordo in tutto, coinvolgi, come stai facendo più persone e vedrai “l’unione fa la forza”. Questa amministrazione, caro Mario, contrariamente a quanto qualcuno mi aveva detto, i soldi li spende solo per chi fa dei lavori per il Comune ma, che li ha votati, perchè è così credimi, le cose necessarie e di interesse pubblico non sono nei “favori” di questa amministrazione.
    ciao ed a presto.

  4. Giovanni Scordia ha detto:

    sono d’accordo, lo sviluppo dei Drapiesi dipende anche dai servizi, se mancano non si da la possibilità al cittadino di sfoggiare la creatività del fare, i giovani scappano, il comune si disinteressa ad un eventuale sviluppo.
    Ricordo che nelle assemblee pre-elettorali parlammo a iosa di questi collegamenti, raggiungere il Comune, la farmacia e tutte le infrastrutture delle frazioni.
    Questa amministrazione è nata vecchia.
    Lo sviluppo del territorio dipende dai collegamenti, il marciapiede è una conseguenza.
    Il turista, il cittadino devono avere la possibilità di conoscere il territorio e quale mezzo migliore può dare il Comune?
    Il pullman c’è ma non si vede, invecchierà in qualche autorimessa senza dare utilità nè al turista nè al cittadino……SVEGLIA.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.