One Response to “Vibo Valentia e provincia, fine anno tra le monnezze…”

  1. Rombolà Giuseppe ha detto:

    Purtroppo nella Campania la monnezza c’è l’abbiamo assorbita anche d’estate è non è assolutamente bello. Purtroppo sulla monnezza in qualsiasi regione d’Italia ci sarebbe da fare una grande inchiesta e una grande riflessione, Negli anni settanta ogni comune aveva i suoi netturbini e i suoi mezzi per trasportare la monnezza e quasi ogni comune aveva la sua discarica e il sistema funzionava. Poi hanno incominciato a dire che in quel modo costava troppo e che bisognava privatizzare perchè con l’entrata dei privati aumentava la concorrenza e quindi i costi si abbassavano, allora si incominciò a fare le gare d’appalto per i privati e si incominciarono a fare grande discariche centralizzate con tutte le conseguenze inquinanti nei luoghi dove queste sorgono. Risultato con gli anni per i cittadini i costi della tarsu come la chiamano sono aumentati del 1000 per cento e vsono un salasso per chi ha una casa da abitare. Però una cosa si è centrata quella di far crescere la mafia in quanto le ditte che prendono gli appalti sono controllati dai mafiosi e il rimpimquimento delle tasche degli amministratori comunali che prendono mazzette per gli appalti. Risultato costi maggiori per i cittadini onesti, aumento della criminalità organizzata , amministratori disonesti, inquinamento di alcune zone per magadiscariche ed in ultimo inquinamento dell’ambiente urbano per la mancata raccolta per lunghi periodi con conseguente aumento di malattie tumoralòi e finisco qui. Di questo passo dove andremo a finire?

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.